h1

Sliding doors

giugno 20, 2008

Atto Primo

L’incontro

Ho amato ed ancora amo, il tuo sorriso ristora le mie sensazioni.

Strana la vita, ero convinto di non saper riconoscere l’amore finchè tu non sei entrata nella mia vita.

Vi sono momenti topici nella vita, in cui sei sicuro che qualcosa cambierà in maniera definitiva e che se non fossi stato in quel posto in quel preciso momento la tua esistenza non sarebbe stata la stessa ma ……, non vi è risposta al quesito!!!

L’attimo, od il “kairòs” che dir si voglia, per me è arrivato, strano a dirsi, in una chiesa di un paese di provincia , circa vent’anni fà.

Vivevo nella megalopoli italiana per antonomasia, “Milano”, la città delle opportunità, delle sfide e del produrre per divertirsi ed era ciò che facevo; lavoravo, lavoravo ed impiegavo il resto del tempo e delle risorse fisiche che avevo per potermi divertire, amici con cui condividere la frenesia, una convivente con cui condividere un letto quando non avevo altre con cui condividerlo.

Una vita allo sbando, che era l’invidia dei miei coetanei compaesani che vivevano nel mito di Milano e del ventenne  autonomo nella grande città; ricordo la prima volta che i miei amici vennero a trovarmi nel mio appartamentino in affitto, avevano gli occhi lucidi dei bimbi che avevan toccato con mano il giocattolo più desiderato.

Ma torniamo in quella chiesa ed in quella famosa domenica del 6 novembre 1988, in cui tutto cambiò ed ebbe un senso successivamente. Arrivai al termine della celebrazione eucaristica per raggiungere mia sorella che frequentava un’associazione parrochiale, ero sceso al paese per far visita alla mia famiglia e per partecipare ad un concorso, all’ingresso in chiesa mentre tutti salutavano per andare via, io vi entravo e lì fui folgorato da un sorriso incantevole che mi accolse ed una voce fra il grave ed il divertito che mi diceva “a quest’ora si arriva?“. Addussi a scusante il fatto che stessi studiando, ma non era vero, del concorso non m’importava una cippa-lippa, mi ero svegliato in ritardo.

Ma quell’accoglienza ed il calore di quel benvenuto hanno avuto la forza di cambiare il mio mondo, le mie certezze costruite fino a quel momento, mi hanno donato di nuovo sensazioni infantili di gioia semplice e di piacere delicato e avvolgente.

Da quel punto in poi, sino ad oggi, a vent’anni di distanza la mia vita è dettata dai ritmi e dai battiti del suo cuore.

Non è stato facile, abbiamo avuto momenti in cui abbiamo maledetto quella domenica ed altri in cui abbiamo rimpianto la magia di quel momento, ma oggi posso dire che ringrazio quel concorso, la mia voglia di staccarmi dalla vita frenetica ed il ritardo di quel giorno.

La mattinata si concluse fra chiacchere varie ed un’appuntamento per la serata, destinazione cinema, film da guardare: La Leggenda del Santo bevitore.

Segue….!!!!!!

Annunci

5 commenti

  1. Temo un uomo di poche parole

    temo un uomo che tace

    l’arringatore – posso superarlo

    il chiacchierone –

    posso intrattenerlo –

    ma colui che pondera

    mentre gli altri spendono tutto ciò che hanno –

    di quest’uomo diffido

    temo c’egli sia un grande.

    emily dickinson


  2. E’ difficile stupirmi, ormai la tempra è dura, ma questa poesia l’ho amata è diventato quasi il vessillo della mia vita, anche se mi scoccia devo corregerti il titolo è: “temo l’uomo dal discorso frugale”.
    Grazie. 🙂


  3. Lo stupore è reciproco…


  4. ti aspetto sul mio blog! 🙂
    E non fregarmi più le frasi (vd. Elizabeth B. Browning)!!!
    Byeeeeee


  5. Verrei volentieri a trovarti se conoscessi l’indirizzo. ;K



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: