h1

Se non li puoi combattere, fatteli amici!!

agosto 1, 2008

Ho una bimba bellissima, che ha compiuto sei anni una settimana fa, caschetto biondo, denti assenti? quattro (due incisivi centrali superiori, due incisivi laterali inferiori), tasso di simpatia all’infinito più uno.

La mia Gioia (di nome e di fatto) però ha un piccolo difetto, odia lavare i capelli, le da fastidio l’acqua che le finisce sugli occhi, nonostante l’utilizzo del lavatesta, asciugamani pronto nella mano ecc. ecc., tutte le volte che lava i capelli, sono strilli, rimbrotti e pianti che non terminano mai.

Stufo di questa situazione, lo scorso mese mentre eravamo in vacanza in Sicilia, ho deciso di affrontarla di petto per farle superare la fobia dell’acqua sul viso; con piglio deciso, sguardo truce e determinazione di marines gli ho detto oggi ti lavo io i capelli.

Ovviamente lei non era contenta anzi non voleva, ma, poi si è piegata con un “va bene” talmente trascinato che sembrava già un lamento.

Per rendere meno amara la cosa gli ho detto ti racconto una favola, la rianimazione è stata immediata. Ed ora vi racconto la favola inventata sull’istante:

 La principessa dai capelli d’oro

Vi era nel regno di laggiù, una principessa dai capelli d’oro che non voleva mai lavare i capelli. Ogni volta che l’obbligavano a lavarli, tutto il regno si spaventava per le urla della principessa e qualcuno dei servitori veniva ferito dalla concitazione dell’impresa.

Un giorno, una fata che si trova di passaggio per il regno, senti quegli strilli disumani e chiese ad un abitante del regno da dove provenissero e perchè, quando questi gli spiego, la fata si recò al castello.

Cercò di convincere la principessa che il suo modo di comportarsi era sbagliato, ma di fronte all’arroganza e la prepotenza di quella decise di punirla e le fece un sortilegio.

La punizione consisteva nel fatto che i suoi capelli, da quel giorno, sarebbero diventati neri e puzzolenti, ad ogni tentativo di tagliarli o di pulirli, il giorno successivo gli stessi ricrescevano più folti e più puzzolenti.

La povera principessa ormai lavava i suoi capelli due volte al giorno, per cercare di sopportare l’olezzo che questi emanavano, ma visto che non si riusciva a trovare nessun rimedio, decise che  si sarebbe concessa in sposa a colui che avrebbe risolto il suo problema.

Vari sudditi del regno, principi dei regni vicini si presentarono con soluzioni che però, di fatto, risultavano solo peggiorative.

Tempo dopo, quando la poverina era ormai convinta che non ci fosse rimedio, dal regno oltre le sette colline giunse un giovane su di un cavallo bianco, questi, chiese udienza alla principessa e quando fu ricevuto le disse che lui aveva il rimedio e che da li a pochi giorni avrebbe risolto il suo problema.

Il giovane aveva saputo dalla fata che aveva lanciato il sortilegio, che il rimedio consisteva nel lavare i capelli di lei con l’acqua della fonte miracolosa, nella quale dovevano essere immerse delle piante raccolte nella foresta incantata.

Dopo il colloquio riparti per la foresta incantata, dove raccolse ginseng, simmodsia chinensis (da cui avrebbe estratto un olio), camomilla e camellia sinensis.

Terminato il raccolto, si indirizzo alla volta della fonte miracolosa cavalcando per due giorni e due notti, attraverso la valle della morte, la gola degli assasini e sfuggendo a mille pericoli.

Giunto all’ubicazione della fonte miracolosa, alle pendici del monte Miraculum, doveva affrontare l’ultimo pericolo, il drago malinconico che di solito era anche un pò burbero.

All’arrivo del giovane, il drago lo minaccio, ordinandogli di andare via e per rafforzare l’affermazione lanciò una lingua di fuoco, ma questi per nulla impressionato continuò ad avanzare e giunto nei pressi del drago, gli chiese di parlargli per proporgli un’accordo.

Dato che il giovane era un non violento, non voleva uccidere il drago ma conoscendo il suo problema caratteriale, gli propose che: se lui l’avesse fatto ridere avrebbe potuto prendere un pò dell’acqua miracolosa altrimenti sarebbe andato via, il drago accettò.

Allora il giovane gli racconta una barzelletta: Un lombrico dice ad un altro “Sei proprio un verme…”

Udita la barzelletta, il Drago cercò di restare impassibile, ma, dopo pochi secondi cominciò a ridere, ed in base agli accordi presi fece prendere un pò d’acqua al giovane, il quale avendo ormai tutto il necessario, si precipitò al castello della bella principessa e preparò il suo infuso per annullare il sortilegio.

Dopo che utilizzo il preparato, i capelli della principessa tornarono di oro, ed ella corse a ringraziare il suo salvatore il principe Balsamo Gionso.

Annunci

33 commenti

  1. Accidenti che bella favola hai raccontato alla piccola.
    Risolto il problema a questo punto?

    Nessuno calimero, credimi. Ancor prima che nascessero i mici, ero d’accordo con Cri che lei avrebbe scelto il micio che voleva. Ha scelto il nero, che fra l’altro non è il più piccolo ma il più grosso e vorace.

    Mi piange il cuore ma dovrà andar via, mi consola il fatto che va a stare bene e sarà coccolato e amato (ma solo al pensiero ci sto già male).

    buona notte


  2. Almeno spero sia servita a nn fare piu’ piangere tua figlia :)..
    buon weekend!


  3. Anche la mia piccolotta (quasi cinque anni) non ama molto farsi lavare i capelli, dovrò provare con la tua favola (anche perché i personaggi che ho inventato io e che le piacciono, come dire… forse non sono molto adatti per convincerla: l’orco Sgaburzo e l’orsetto Andreuccio 😀 ). Molto carina e divertente, complimenti!


  4. ma che meraviglia…adoro le favole e raccontarle! Ma lo sai che la mia quando aveva l’età della tua piccola aveva il terrore dell’acqua? la vasca da bagno era piena di animali di gomma galleggianti ed io facevo un teatrino vero e prioprio per convincerla e farla sorridere…adesso, a 26 anni, si fa la doccia due volte al giorno! 🙂 bellissimo qui, felice di esserci!


  5. dov’è finito il mio commento? Forse in moderazione 🙂 Buona giornata


  6. Bellissima la favola … ma te la sei inventata tu? Caspita che bravo. A me piacciono un sacco, le adoro.Sono cresciuta con loro. Io non ho dei bimbi ma se avessi una femminuccia vorrei chiamarla proprio Gioia. E’ un bellissimo nome e spero sia anche un bellissimo augurio per lei e i genitori. Facci sapere se ha funzionato. Justine


  7. sono meravigliata… che bella favola e che astuzia caro sposo 😉 mentre leggevo immaginavo le scene e la tua bimba con gli occhi sgranati per nn perdeersi una virgola del tuo racconto.. bravo!
    un abbraccio e buon we. 😀


  8. Lavi anche a me i capelli, mostro? 😛


  9. bè…..vero che hai fatto pace con le donne, con le piccole donne….
    Complimenti!!!


  10. vedo, nn vero….


  11. Le favole che io invento sul momento allemie nipotine valgono 1/20 di questa, che è molto carina.


  12. Scusatemi per le risposte in ritardo sono giorni convulsi!! 😦
    Per quanto riguarda il problema, risolto alla grande ormai conosce le virgole e tutti gli accenti, anche quelli errati che io di solito uso!! 🙂
    @Melania: scherzavo su nerino alias calimero!! 🙂
    @Ossidiana: Buon w/e!! 🙂
    @Kendalen: grazie per il passaggio, puoi utilizzarla e consumarla per la tua piccola, per la mia ha funzionato alla grande!! 😉
    @Francesca: Scusa per il ritardo in moderazione, mi immagino la scena della vasca da bagno (ihihihihihi), grazie per essere passata per queste lande, benvenuta!! 🙂
    @Justine: io non ho avuto la fortuna di crescere con le favole, allora recupero inventandone qualcuna di tanto in tanto!! 🙂
    @Twister: Ciao piccola sposa, non ancora partita? Si in effetti hai indovinato la reazione di mia figlia!! 🙂
    @Burberry: certo che passo!! che si fa? barba, capelli e sciampo, burbera? ahahah 😀
    @Runuredda: Ho sempre amato le mie donne, solo che a volte in una maniera poco ortodossa, diciamo!! 😉
    Con la mia piccola donna invece solo poesia!! 😉


  13. @Gianni: benvenuto in queste pagine a volte deliranti!! 🙂
    Grazie per il complimento, in effetti la favola mi è venuta benissimo (la puoi riciclare con i tuoi nipotini)!! 😉


  14. Beh Vin,sembri un padre in gamba ! Complimenti !!! 😉


  15. blogrollato! 🙂


  16. @Ivano81: Grazie è un bellissimo complimento!! 😉
    @Frà: Grazie!! 🙂


  17. Non l’ho ancora letta ma non vorrei sciogliermi troppo!! ehehheh…. :mrgreen:

    Per la barba non occorre grazie!! ci pensa il rasoio!! Basta capelli e….come l’hai scritto??!!…SCIAMPO!!! AHAHAHAH…. 😀
    Sei un mostro, sempre, in ogni campo!!! haahahh… 😀


  18. Perchè fai sparire il mio logo “burberry”???
    Stai forse tentando di cancellarmi??? heeheheh


  19. @Burberry: Mia cara burbera, innanzitutto non faccio sparire nulla anche perchè dovrei prima scoprire come si fa per far apparire!! 😉
    Per quanto riguarda lo sciampo quando tu vuoi!! 😀
    Ciao mia cara amica!!


  20. Vin, ma che bravo!!!
    Son passato per salutarti, buon weekend!


  21. Bisous!!! 😛


  22. @Burberry: Aussie a vous madama!!


  23. Vorrei anch’io farmi uno sciampo con il balsamo gionso!!! 😆


  24. Qual’è la differenza tra una porta e una valigia????
    Che la valigia si porta…ma la porta non si valigia!!!! eheheheh!!!
    😆 😆 😆


  25. Vedi che non appare il mio Check burberry!!! Non avrai mica fatto un sortilegio, vero, mostro???!!!

    Uff,,,,


  26. 🙂 complimenti
    Buon w.e.


  27. ciao vin, buon weekend a te!! 🙂


  28. bellissima!!!


  29. Vin, i tuoi commenti sono fra le cose più piacevoli che leggo e che ricevo.
    bacio della buona notte


  30. Tua figlia diventerà o parrucchiera o erborista 🙂


  31. La Principessina Gioia è fortunata ad avere un papà come te! :-***


  32. La vita mi ha onorato del piacere di essere padre!! Lei mi ha onorato del suo passaggio da queste parti e di avermi inserito fra i suoi link, grazie!! 🙂


  33. Geniale, soprattutto Balsamo Gianso.
    Mi madre inventava storie assurde per farci il bagno (eravamo 3) e mi ricordo qui momenti con infinita tenerezza.

    http://unavitaquasinormaleanzi2.blogspot.com



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: