Posts Tagged ‘My family’

h1

Un debito non pagato è un credito insoddisfatto!!

novembre 27, 2008

Alcune sere prima di hallowen,

 mia figlia (di sei anni), la mia Gioia,  aveva scritto una piccola storia per la notte dei defunti e mi aveva fatto promettere di postarla sul blog.

Non avendo ancora risolto i miei problemi di ADSL l’avevo lasciata sull’altro computer e poi me ne ero dimenticato.

Oggi, dopo svariati giorni, lei mi ha chiesto di mostrargli dov’era pubblicata la sua storia, avrei voluto sparire, per il fatto chè non l’avevo pubblicata, quindi ora mantengo la promessa fattale oltre un mese fa!!

 

LA NOTTE DEI FANTASMI


UN GIORNO, LA SERA, DALLA FINESTRA VIDI UN OMBRA CHE IO CREDEVO FOSSE UN FANTASMA. A QUELLA VISTA MI SPAVENTAI, ALLORA ANDAI IN CUCINA A DIRLO ALLA MAMMA.

LEI MI RISPOSE LO AVRAI IMMAGINATO.

DOPO DI CHE ANDAI A LETTO E MENTRE MI ADDORMENTAVO SENTI UNA VOCE DOLCE CHE MI DICEVA BUONANOTTE SOGNI D’ORO.

ED IO CAPI’ CHE ERA L’ANIMA DI UN DEFUNTO DELLA MIA FAMIGLIA, E QUINDI UN FANTASMA BUONO.

By Gioia

Ora mi auguro che i vostri commenti non siano: da ora in poi è meglio se a scrivere sul blog sia lei e non io!! 😀

L’ho riproposta esattamente come lei l’aveva scritta, ovviamente in maiuscolo visto che non aveva ancora imparato il minuscolo!! 🙂

Quando ha visto che la stavo postando, si è sentita nuovamente una piccola fata!!

 

Annunci
h1

Ma perchè?

luglio 20, 2008

Sono padre, fiero di esserlo.

Ho due splendidi bambini: un maschio di otto anni ed una femmina di sei!!

Lui: iperattivo, frenetico per il quale le giornate dovrebbero terminare dopo due mesi;

Lei: dolce, affabile che ha i suoi tempi, la sua dieta (già a sei anni povero me), insomma sono agli antipodi!!!

Però nelle reazioni sono identici.

La scorsa settimana siamo andati a vedere un saggio di danza, lei: pendeva dalle punte delle ballerine.

Lui: ma io mi annoio, sono stanco torniamo a casa, risultato si torna a casa lui contento, lei piagniucolante!!

Ieri sera saggio di judo, lui: ripeteva le mosse dei ragazzini sul tatami.

Lei: ma io mi annoio, sono stanca torniamo a casa, risultato si torna a casa lei contenta lui piagnicolante!!

Domanda ma perchè non mi son preso due cani?

Mah!!!

h1

Fuga dalla realtà!!!!!!!!!!!!!

luglio 2, 2008

Tutti i giorni mi sveglio con una marea di pensieri e di azioni da compiere. Avere tanti impegni mi porta ad evitare di farmi domande, la quotidianeità mi assorbe più di uno scottex.

Ma arriva il giorno in cui fra gli innumerevoli impegni s’interseca una breve tregua ed allora, nella stasi, a cui non sono abituato, arriva il momento delle domande:

  • chi siamo?
  • dove andiamo?
  • da dove veniamo?
  • ma lei chi  crede di essere (rivolto allo specchio)?

Insomma , tutte quelle domande esistenziali che ogniuno, anzi, ognuno (altrimenti la maestrina mi bacchetta di nuovo) si pone quando non ha un cavolo da fare,  come dire…un sacco di ghirigori mentali!

La sensazione che provo in quei momenti è sempre di sconforto, è come sentirsi una merdina inconcludente e non vi è blog che possa salvarmi da uno stato d’animo così pessimistico; un giorno però ho posato il mio sguardo su mia figlia ed ho trovato il rimedio, sono stati il suo sorriso solare, il suo affetto infinito, la sua gaia leggerezza, la sua dolcezza di bambina a ravvivare quel calore che avevo perso ed il mio umore si è risollevato.

Lei mi dice:

  • papi giochiamo insieme?
  • certo!
  • posso truccarti?
  • sicuro!

Dopo mezz’ora di aggiustamenti vari, agli occhi, le guance etc etc,

 il risultato è universalmente riconosciuto, un arcobaleno di colori sulle mie palpebre e sulle mie guance… bellissimo!

 

Ho avuto un unico problema, il trucco era con i colori indelebili, ma non potevo essere nervoso di fronte al suo sorriso e con il viso multicolore come un pagliaccio, più o meno così:

 

Sarei dovuto tornare al lavoro …….. ma per fortuna ero in ferie!!!!